Percorso spirituale ed artistico in carcere: le icone sacre

Contributo CEI: 14.000€
Contributo Caritas Diocesana: 1.400€
Inizio: 1 giugno 2016, durata un anno

In cosa consiste il servizio: il fine ultimo della detenzione dovrebbe essere quello di allontanare dalla vita sociale coloro che a essa risultino ostili e pericolosi ma anche quello, fondamentale, di recuperare e rieducare al fine di trasformare i carcerati in persone intenzionate a percorrere un cammino personale di crescita e di riscoperta della propria identità. Questa finalità è possibile raggiungerla anche offrendo la possibilità di confrontarsi e sperimentarsi attraverso un laboratorio per la lavorazione e la realizzazione delle icone. Il lavoro artistico unito al valore aggiunto dell’icona come manufatto impregnato di spiritualità e simbologia, può costituire lo scenario ideale dove alimentare e far crescere le istanze di riscatto e di ricerca di pace interiore per coloro che manifestano la volontà di intraprendere un cammino di cambiamento.

Caritas Turritana

caritasturritana@libero.it

caritasturritana@pec.libero.it

L.go Seminario 1/A
07100 Sassari (SS)
Tel. (+39) 079 2021857

Progetti


 
 
 
 
  Seguici sui Social:
 

InfoCaritasTurritana

Mese di maggio

[...]


Dio ama chi dona con gioia

Giornata per la carità del Papa

[...]


Libertà

19 giugno 2018

[...]


Commento al Vangelo

Domenica 17 giugno 2018

[...]



 

Galleria Fotografica

Web developped: DataSymposium Srl - 2009