Siria

Appello Caritas per stop ad operazioni belliche

L’attacco annunciato da mesi è avvenuto. Con il beneplacito di altri Stati si è consumata l’ennesima violazione del diritto internazionale, ormai calpestato sistematicamente in una guerra che dura da oltre 8 anni e che ha trasformato il suolo siriano nel campo di battaglia di uno scontro infinito tra potenze regionali.
Sotto attacco da parte della Turchia questa volta le zone nel nord-est della Siria, abitate prevalentemente dai Curdi, con ancora morti e feriti anche tra i civili. La popolazione nella fascia tra Turchia e Siria, dopo aver combattuto l’Isis e altre formazioni terroristiche, è di nuovo messa a dura prova.
L’intervento sta scatenando anche la partenza forzata di oltre 150.000 civili, intrappolati in quest’area di confine. Il numero di sfollati è destinato a salire rapidamente se le operazioni di guerra proseguiranno. Le stime dell’ONU parlano di ulteriori potenziali 450.000 persone in fuga che si sommano agli oltre 11 milioni tra sfollati interni e rifugiati in altri paesi.

Prosegue (con approfondimenti)

Caritas Turritana

caritasturritana@libero.it

caritasturritana@pec.libero.it

L.go Seminario 1/A
07100 Sassari (SS)
Tel. (+39) 079 2021857

Progetti


 
 
 
 
  Seguici sui Social:
 

InfoCaritasTurritana

Mese di ottobre 2019

[...]


Siria

Appello Caritas per stop ad operazioni belliche

[...]


Libertà

18 novembre 2019

[...]


Commento al Vangelo

Domenica 17 novembre 2019

[...]



 

Galleria Fotografica

Web developped: DataSymposium Srl - 2009