Concluso il Progetto scuole

Condividere i frutti del raccolto

È tempo di raccolti da condividere, come è avvenuto lo scorso 10 maggio nell’auditorium di via Monte Grappa a Sassari, a conclusione del progetto Caritas di educazione alla cittadinanza denominato «Condividere raccolti». Progetto che ha sensibilizzato gli studenti delle scuole superiori sul tema del bene comune rendendoli protagonisti e «coltivatori» del proprio orto.Come di consueto, la collaborazione con diversi enti partner –tra cui associazioni e istituzioni del territorio che durante l’anno hanno tenuto incontri nelle classi trattando ciascuno una specifica tematica – ha fatto maturare nei ragazzi consapevolezza e responsabilità grazie anche all’esperienza diretta e agli incontri con le varie realtà del territorio.Le 18 classi (di cui due del centro provinciale istruzione adulti Cpia) che da ottobre hanno partecipato ai percorsi dedicati all’educazione alle diversità, alle dipendenze, all’immigrazione, alle povertà, alla salute mentale, al lavoro come scelta consapevole,hanno presentato altrettanti elaborati rappresentativi della loro esperienza vissuta sotto la guida dei professori che hanno creduto nell’importanza di trattare in classe temi tanto significativi. Il convegno è il frutto del lavoro svolto dallo staff dell’ufficio animazione della Caritas e del progetto Policoro che, per creare la giusta coreografia, hanno pensato all’allestimento di una grande sagra di campagna. Ricalcando il format della trasmissione televisiva «Sardegna Verde» hanno ribattezzato la loro iniziativa «Sassari Verde» e realizzato alcune interviste ai rappresentanti degli enti coinvolti nel programma e ai professori, mettendo in evidenza la città e il bene comune.Per questo, i ragazzi hanno ricevuto una piantina, donata dal vivaio «Il giardino segreto»,della quale dovranno prendersi cura come simbolo del loro impegno. Significativo l’intervento dell’arcivescovo Gian Franco Saba, che ha risposto ad alcune domande degli studenti evidenziando l’importanza della partecipazione attiva dei giovani nella società.«Non mancano le occasioni di incontro e riflessione in cui poter discutere di futuro, impegno e prospettive – ha spiegato monsignor Saba – per vivere la società senza perdersi e fare della propria vita un cammino grazie alla partecipazione e al coinvolgimento». Per l’occasione è stata anche distribuita agli studenti la lettera pastorale «Oltre l’indifferenza», un invito a superare le barriere mettendosi in gioco sia nella comunità ecclesiale sia nella società civile, con apertura e buona disposizione a tendere la mano verso il prossimo.La grande partecipazione dei ragazzi è la testimonianza più evidente dell’impegno mostrato negli ultimi mesi e della capacità degli enti e delle associazioni di coinvolgere attivamente i giovani favorendo, così, l’esito positivo del programma.

Articolo presente su Libertà N. 22

progetto scuole

Caritas Turritana

caritasturritana@libero.it

caritasturritana@pec.libero.it

L.go Seminario 1/A
07100 Sassari (SS)
Tel. (+39) 079 2021857

Progetti


 
 
 
 
  Seguici sui Social:
 

InfoCaritasTurritana

Mese di luglio 2019

[...]


Libertà

29 luglio 2019

[...]


Commento al Vangelo

Domenica 11 agosto 2019

[...]



 

Galleria Fotografica

Web developped: DataSymposium Srl - 2009